ArchitectureMILAN

PADIGLIONE ITALIA EXPO MILANO 2015

PADIGLIONE ITALIA EXPO MILANO 2015

E’ il padiglione più atteso dell’Expo 2015 che inaugurerà il primo Maggio: Padiglione Italia, progettato dallo studio di architettura Nemesi di Roma.

Il progetto del Padiglione Italia è il risultato di un concorso internazionale di progettazione aggiudicato da Expo 2015 S.p.A. nel Maggio 2013; su 68 studi partecipanti è risultato vincitore il progetto di Nemesi.

7 mesi di progettazione dal preliminare all’esecutivo
14 mesi di cantiere
Inaugurazione 1 maggio 2015

Il Padiglione, composto dall’edificio permanente Palazzo Italia (6 livelli + terrazza in copertura, area costruita 14.398 mq) e dagli edifici temporanei del Cardo (2 livelli + terrazza in copertura, area costruita: 12.551 mq), rappresenta Italia all’Expo ed è stato progettato da Nemesi esprimendo l’eccellenza e la capacità del saper fare italiano.

Per posizione e architettura, Palazzo Italia assume il ruolo di Landmark all’interno dell’area Expo: posto a nord costituisce il fondale scenico del viale del Cardo che attraversa tutto il sito espositivo.

Unica opera architettonica permanente all’Expo, Palazzo Italia raggiunge un’altezza di 35 metri, la vetta più alta all’interno del sito dell’esposizione universale.

Palazzo Italia ospiterà spazi istituzionali e di rappresentanza del Governo Italiano oltre a eccellenze del Made in Italy, mentre gli edifici temporanei del Cardo saranno rappresentativi del territorio italiano ed in particolare delle regioni e comprendono un padiglione riservato all’Unione Europea posto di fronte a Palazzo Italia.

Palazzo Italia, edificio permanente di 60X60X34 mt (compresi involucro ramificato e vela di copertura), comprende:
spazi espositivi
spazi di rappresentanza / delegazioni
spazi per eventi / auditorium
spazi uffici / meeting
spazi per la ristorazione.

Gli edifici temporanei del Cardo accolgono:
spazi espositivi
spazi eventi
spazi rappresentanza / uffici
spazi per la ristorazione e terrazze eventi

L’edificio è considerato una sfida architettonica e costruttiva per la complessità e l’innovazione in termini di design, di materiali e di tecnologie impiegati. Palazzo Italia è stato progettato in un’ottica sostenibile e concepito come edificio a energia quasi zero grazie anche al contributo del vetro fotovoltaico in copertura e alle proprietà fotocatalitiche del nuovo cemento per l’involucro esterno.

2.000 tonnellate di cemento i.active BIODYNAMIC
oltre 700 pannelli ramificati tutti diversi tra loro
4.000 mq di vela di copertura – 400 tonnellate di acciaio e 4.000 mq di vetro

Per l’architettura di Palazzo Italia lo studio Nemesi è partito dall’idea di coesione, intesa come forza di attrazione che genera un ritrovato senso di comunità e di appartenenza. L’energia della comunità è rappresentata dalla piazza interna; cuore simbolico e partenza del percorso espositivo, riunisce attorno a sé  i quattro volumi che danno forma a Palazzo Italia.

A dar risalto alle forme scultoree dell’edificio, ispirato a una “foresta urbana”, è la ricca trama ramificata dell’involucro esterno. Per il design di questa “pelle” Nemesi ha dato vita a una texture geometrica unica ed originale che evoca l’intreccio casuale di rami. L’intera superficie esterna di Palazzo Italia sarà costituita da oltre 700 pannelli, tutti diversi tra loro, di cemento “i.active BIODYNAMIC” con principio attivo TX Active brevettato da Italcementi. A contatto con la luce del sole, il principio presente nel materiale consente di “catturare” alcuni inquinanti presenti nell’aria trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog.

A copertura di Palazzo Italia Nemesi ha progettato una “vela” dal design innovativo che interpreta l’immagine della chioma di una foresta; caratterizzata da vetro fotovoltaico e da campiture geometriche per lo più quadrangolari, sia piane che curve, assieme all’involucro ramificato dell’edificio è espressione d’innovazione sia in termini di progettazione che di tecnologia. L’andamento della copertura trova il suo punto di maggior espressione architettonica in corrispondenza del cuore della piazza interna; un grande lucernario vetrato di forma conica si inserisce  in “sospensione” sulla piazza e sulla scala centrale irradiandole di luce naturale.

Position the cursor on the images to view captions, click on images to enlarge them.
Posizionare il cursore sulle immagini per leggere le didascalie; cliccare sulle immagini per ingrandirle.

Previous post

EXPO 2015, MILAN

Next post

GENGHIS KHAN (1950) - MANUEL CONDE, CARLOS FRANCISCO - PHILIPPINE PAVILION - 56° BIENNALE DI VENEZIA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *