EventsMusic, SoundArtROMETop Newsvideo film & live performances

ARTE AMBIENTE ECOSISTEMA – MOSTRA, CONCERTO, VIDEO – RO.MI. – ROMA

Arte Ambiente Ecosistema
Mostra collettiva, concerto per pianoforte, proiezione video
Struttura: RO.MI. Arte Contemporanea
Luogo: Via Vetulonia, 55 – Roma
Durata: dal 26 ottobre al 7 novembre 2020

  • Inaugurazione della mostra: lunedì, 26 ottobre 2020, dalle h. 16:30 alle 20:30
    Orario da martedì a sabato: 16:30 / 20:00 – info: +39 3388097446 – www.romiart.net
  • Evento concerto per pianoforte di Donato di Pasquale
    “Cinque inspirazioni e quattro espirazioni” – Five Inhalations and Four Exhalations
    Mercoledì, 28 ottobre, h. 17:30 – replica h. 18:30 – diretta streaming Pagina 1F mediaproject di Facebook
  • Proiezione video “Il Tempo Originario” – regia e video Vincenzo Ceccato – danza e coreografia Rossana Abritta
    Venerdì, 30 ottobre, h. 18:30

I suddetti eventi sono inseriti nella manifestazione romana RAW 2020 – Rome Art Week – Quinta edizione

Ingresso libero contingentato

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

L’Arte Contemporanea si è sviluppata in questi anni includendo varie discipline le tematiche ambientali, tra cui importante il rapporto Arte-Scienza.

Le installazioni hanno mutuato dalla scenografia e dalla videoarte nuovi apetti espressivi.

Il settore dell’Arte nell’impegno Politico ha sensibilizzato l’opinione pubblica su varie tematiche anche nel campo dell’ambiente e dell’ecosistema.

Molti aspetti dell’Arte Contemporanea stimolano processi associativi in un periodo in cui alcune strutture non profit suppliscono alle varie carenze della politica.

Negli ultimi anni abbiamo capito che ogni generazione di artisti dà una sua interpretazione dell’Arte indagando su archetipi antropologici riguardanti: ambiente, natura, spazio urbano, società nel suo complesso, comprese tematiche inerenti alla cronaca recente ed ai conflitti che attraversano il mondo.

Non c’è molto di nuovo da scoprire, ma c’è molto da interpretare, la funzione dell’arte sta cambiando e le politiche di tutela che andavano bene per l’800 e il ‘900, ma non funzionano più per l’arte degli anni 2000. Stanno nascendo nuovi modelli di gestione del contemporaneo adeguati all’Arte del nuovo millennio. Su questo versante ci si confronta e si sceglie, si aprono gli spazi dell’immaginazione alla quale si accede solo attraverso esperienza creativa, che negli ultimi anni è spesso anche collettiva, come esperienza relazionale che può modificare l’artista, il mondo, le città e le persone.

Mostra collettiva “Arte Ambiente Ecosistema”.
Artisti visivi: Antonio Aportone, Kostantinos Brandenburg, Claudio Bianchi, Vincenzo Ceccato, Eleonora Del Brocco, Renée Fabbiocchi, Enrico Grasso, Gruppo Sinestetico, Giacomo La Commare, Letter (Raffaella Losapio), Pietro Lama, Carlo Leoni, Rocco Salvia, Giancarlo Savino, Giuseppe Scelfo, Nicola Spezzano, Qinggang Xiang.

Evento concerto per pianoforte di Donato di Pasquale
“Cinque inspirazioni e quattro espirazioni” – Five Inhalations and Four Exhalations (00:27:33)
Mercoledì, 28 ottobre, h. 17:30 – replica h. 18:30
in diretta streaming Pagina 1F mediaproject di Facebook

DownloadPlaylist di Donato di Pasquale, scheda progetto, RO.MI.

Con tale progetto Donato di Pasquale propone un viaggio personale all’interno della storia della musica, nel quale si trovano alcuni tra i compositori da lui maggiormente amati. Essi sono stati fonte di ispirazione e modello nel periodo della sua formazione, e lo sono tuttora nella sua attuale attività professionale di musicista. Questi compositori sono collegati attraverso ponti logici, spaziali o temporali, esplicitati nel programma. Questo concerto, dunque, lo rappresenta, lo rispecchia e fa parte della sua identità.

Sito web ufficiale-: www.play22settembre.it  – nota biografica di Donato di Pasquale (DDP):  https://www.play22settembre.it/it/chi-siamo/cv-donato-di-pasquale.html

Proiezione videoIl Tempo Originario
Venerdì, 30 ottobre, h. 18:30
Regia e video – Vincenzo Ceccato – Danza e Coreografia – Rossana Abritta 

Un lavoro multimediale costituito da quattro episodi danzati che si compiono in un ciclo drammaturgico dalla durata di circa 27 minuti. Il primo percorso del video si riferisce all’albero, simbolo della spinta verso la totalità cosmica nella sua genesi e nel suo divenire. È prototipo dell’ermafrodito, sintesi dei due sessi, axis mundi, funge da mediatore fra terra e cielo. Albero adamico della conoscenza, che racchiude l’albero della vita e l’albero della morte. La corporeità da un lato accoglie la gravità come agente reattivo all’integrazione delle due forze contrapposte; dall’altro il gesto – che si apre anche all’improvvisazione – si relaziona ai piani del corpo e allo spazio performativo. 

Il secondo percorso evoca il mito delle Parche, figlie di Giove, per affrontare il tema dell’ineluttabile destino umano. In un corpo danzano tre figure che hanno dimestichezza con quel noto filo che avvolge, misura e taglia la vita. 

Nel terzo percorso ci si immerge nel rito sacrificale, il pasto rituale che richiama il cannibalismo, identificazione tra discendenti e avi, tra vivi e morti. È un banchetto che comporta la festa, essa ha luogo nel Tempo Originario ed è essenza del Sacrificio, è dominare il Tempo. Fra i corpi-manichini smembrati di questo rito, ne emerge uno vivo che si spinge a consumare una danza concitata da pulsioni che lo trattengono in forme tensive o lo lasciano esplodere in sospensioni e cadute. 

La dimensione deputata all’ultimo percorso è quella della Scacchiera-Labirinto. La Città dei Celesti nella cultura classica è fatta a scacchiera. In alcune versioni del mito del Graal una donna apparsa all’eroe, sulla scacchiera, gli impedisce di fuggire dal labirinto, si trasforma, diventa la ragazza Nera o la strega della fiaba. La coreografia attraversa questa dimensione articolata in cui lo Spazio Sacro diventa prototipo del Tempo Sacro e la danza-partita gioca solo alcuni pezzi degli scacchi, scelti per la direzionalità del moto di attacco (pedone, cavallo, torre, regina e re). 

Previous post

ART PARIS 2020 - 2021

Next post

ART PARIS 2020 - RETURNS TO THE GRAND PALAIS IN SEPTEMBER