ROMETheatre & Dance

GIOVANI@TEATRO – GENTE DI PLASTICA – COMPAGNIA TEATRALE COSTELLAZIONE – ROMA

Giovani@teatro
8 settembre 2012 ore 21.00 – Teatro Roma
Compagnia Teatrale Costellazione
GENTE DI PLASTICA
Ispirato a La Peste (Camus), Il Gioco Dell’epidemia (Ionesco), Quinto Potere (Chayefsky)
Ideazione, drammaturgia e regia di Roberta Costantini
con Benedetta Supino, Gianluca Paolisso, Giuliana Iannotta, Janos Agresti, Marco Marino, Nino Pagliuca, Raffaele Furno, Roberto Costantini, Rosanna Bosso, Soledad Agresti, Veruschka Cossutto

Riparte dopo la pausa estiva “Giovani@teatro”, la rassegna teatrale gratuita ed itinerante, promossa dell’Assessorato alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale.

In scena l’8 settembre presso il Teatro di Roma “Gente di Plastica, un’esibizione della Compagnia Teatrale Costellazione, con ideazione, drammaturgia e regia a cura di Roberta Costantini.

Lo spettacolo Gente di plastica intende rivolgere l’attenzione e la riflessione dello spettatore al tema dei Reality Show, del voyeurismo televisivo, a quella sconsiderata abitudine ad osservare, come fossero finzioni, realtà sconcertanti di fronte alle quali è ormai annullata la partecipazione umana concreta, sacrificata al business del mercato televisivo.

I contenuti, per ferma volontà di chi li ha pensati, scritti e costruiti, traggono ispirazione e suggestioni da Ionesco (Il gioco dell’epidemia), Camus (La peste) e Paddy Chayefsky (Quinto potere).

Davanti agli occhi degli spettatori, già nel foyer o nello spazio esterno al teatro, agiscono personaggi finti, plastificati in abiti di cellofan nero, con i volti coperti da maschere di plastica trasparente dalle espressioni fasulle.

Parlano e si muovono attraverso gli schemi invalsi delle formule vuote, perché ormai insignificanti, del linguaggio televisivo, ormai riversato totalmente nel quotidiano. E si muovono in un rutilante turbinio di volti e corpi resi ancor più finti dalle relazioni stereotipate e svuotate del loro intimo senso.

Sui personaggi plastificati agisce pesantemente una società nella quale l’omologazione è prodotta dalla capacità irruenta e dirompente del potere dei media, tra i quali campeggia una televisione strutturata in modo da alienare le menti: essa falsifica la realtà privandola così della vera natura, rimpiazzata da finti modelli forniti ad uso e consumo del sistema mediatico.

La plastica avvolge e ricopre in maniera repellente l’essenzialità dell’uomo, come un lucente guscio che avvolge l’insipido sapore di relazioni in-autentiche e infelici.

I personaggi plastificati si muovono tra il pubblico in attesa di entrare a vedere lo spettacolo, ed esibiscono la loro omologazione senza aspettare risposte proprio perché l’ascolto dell’altro non rientra nei nuovi modelli di relazione.

Teatro di Roma, Via Umbertide, 3 tel. 06 7850626
Sabato 8 settembre 2012 – Ore 21.00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Info 060608 – www.incontragiovani.it

La rassegna Giovani@teatro dal 15 maggio al 12 ottobre propone 14 spettacoli ad ingresso gratuito, messi in scena da giovani compagnie romane in 10 spazi culturali e teatri di periferia. Tra gli spazi coinvolti nel progetto anche la Centrale Montemartini, il Teatro di Tor Bella Monaca e il Centro Culturale Elsa Morante, nei quali l’iniziativa si avvale della collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale Sovraintendenza ai Beni Culturali.

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Chiara Sanginiti +39 06 82077386 – + 39 340 4206787 c.sanginiti@zetema.it www.zetema.it

 

 

Previous post

30TH BIENAL DE SAO PAULO 2012 | BRAZIL

Next post

WOMEN WHO ROCK. VISION, PASSION, POWER - THE NATIONAL MUSEUM OF WOMEN IN THE ARTS - NEW YORK

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *