Art directionstextsTop Newsvideo film & live performances

FIDUCIA E SPERANZA DELLA REGIONE LAZIO

Lo storico palazzo della Regione Lazio WeGIL, realizzato nel 1933 dall’architetto Luigi Moretti, ha ospitato la conferenza stampa sull’importante bando Lazio Contemporaneo e Avviso Lazio Street Art e sui nuovi spazi dedicati alla formazione d’eccellenza e aperti alla città. 

Marta Leonori, Consigliera regionale e vicepresidente Commissione Cultura della Regione Lazio, ha presentato l’ampio progetto suddiviso nelle proposte dei bandi e nella destinazione dei nuovi spazi.

La Consigliera della Commissione Cultura ha sottolineato in più occasioni l’importanza del bando rivolto a trattenere e ad agevolare la “crescita” di giovani artisti nel territorio laziale  facendo realizzare opere pubbliche finanziate al 100%  e aprendo spazi per la formazione d’eccellenza, in cui accanto alla scuola cinematografica o all’accademia del cibo vi saranno eventi esclusivi a cura di ARSIAL, Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’innovazione dell’Agricoltura. 

La collocazione geografica di WeGILL in Via Induno accanto al cinema di Nanni Moretti e vicino all’area di Piazza Ippolito Nievo con associazioni e teatri importanti per la nuova attenzione che il CoVid-19 dovrebbe risvegliare potrebbe agevolare la nascita di un’interessante attenzione del cittadino verso l’agricoltura, parte della natura in cui l’uomo è immerso. Il progetto esposto da Marta Leonori mi fa pensare a Emanuele Coccia accolto dall’École de Hautes Ètudes di Parigi per i suoi studi sulle piante come l’ultimo libro La vita delle piante. Metafisica della mescolanza (Il Mulino). 

Vittoria Biasi    

L’HUB CULTURALE DELLA REGIONE LAZIO INAUGURA NUOVI SPAZI DEDICATI ALLA FORMAZIONE D’ECCELLENZA E APERTI A TUTTA LA CITTÀ

Il WeGil, hub culturale della Regione Lazio nel cuore del quartiere Trastevere di Roma gestito dalla società regionale LAZIOcrea, inaugura nuovi spazi aperti a tutta la città: quattro piani dedicati alla formazione d’eccellenza e all’acquisizione di nuovi saperi e conoscenze. È stata ultimata, infatti, la ristrutturazione di un’altra sezione dello storico palazzo dalle forme razionaliste realizzato nel 1933 dall’architetto Luigi Moretti.

Dopo lo stop imposto dalla recente emergenza epidemiologica, il WeGil apre le porte a nuove sfide mettendo a disposizione oltre 1000 metri quadri di ambienti che ospiteranno: la Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté, che nelle nuove aule amplierà la sua offerta didattica e laboratoriale; WeGil Food Lab – Accademia del Cibo ARSIAL, un progetto inedito dedicato alla formazione enogastronomica d’eccellenza, pubblica e gratuita, a cui potranno accedere tanti giovani di talento grazie all’impegno dell’Agenzia regionale ARSIAL e di Agro Camera, l’Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma; Campus – Lo spazio di formazione della Regione Lazio, un vero e proprio polo per la formazione professionale dei dipendenti regionali ma anche di comuni, ASL e altre realtà locali.

In attesa della ripartenza delle attività a settembre, nel mese di luglio i nuovi piani ospiteranno anche una serie di eventi esclusivi a cura di Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, e della Scuola Volonté. Gli appuntamenti, strutturati nel pieno rispetto delle disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, saranno dedicati agli stakeholder dei settori dell’enogastronomia, del turismo, del cinema e delle arti, ma anche a istituti di cultura, associazioni di categoria e a tutti coloro che vorranno dai prossimi mesi usufruire di spazi moderni e all’avanguardia per dimostrazioni, corsi, incontri ed eventi.

Il piano di restituzione del WeGil alla città non si ferma qui. A ottobre è previsto l’avvio dei lavori per il completamento delle opere di adeguamento funzionale, tecnico e tecnologico relative al corpo B del WeGil (in origine, le palestre all’aperto) che andranno ad ampliare anche gli spazi a disposizione della Scuola Volonté. Al completamento dei lavori, previsto per ottobre 2021, che prevedono anche la realizzazione di un nuovo impianto elevatore che congiunga i diversi livelli, verrà inaugurata al primo piano una Sala Cinema/Aula magna di 130 mq da 90 posti per attività seminariali, incontri, lezioni interdisciplinari e proiezioni cinematografiche, e un ufficio di rappresentanza destinato alle riunioni del Comitato Tecnico Scientifico e alla Direzione Artistica della Scuola Volonté. Il progetto prevede, inoltre, al secondo piano, la realizzazione di una grande sala polifunzionale dedicata a Luigi Moretti: spazio flessibile destinato ad accogliere convegni, conferenze o riunioni, che potrà ospitare 90 persone nella modalità sala conferenze e 28 in quella riunioni; sempre su questo piano verrà allestito un ufficio di rappresentanza idoneo alla gestione dell’intero complesso del WeGil.

 

IL WEGIL

La Regione Lazio il 7 dicembre 2017 ha restituito al pubblico, dopo oltre 40 anni di abbandono, l’ex GIL, storico edificio nel cuore di Trastevere, riconsegnandolo alla città con una ricca programmazione culturale tra eventi, spettacoli e importanti mostre come quella dedicata agli “Anni del Male”, la più importante rivista satirica italiana, “Poeti a Roma” e le retrospettive fotografiche dei maestri Steve McCurry ed Elliott Erwitt. La riapertura dell’edificio è stata resa possibile anche grazie all’opportunità offerta da Art Bonus, il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, a cui la Regione Lazio aderisce attraverso la Campagna istituzionale Art Bonus – Regione Lazio, con lo scopo di recuperare alcuni beni del proprio patrimonio di cui il palazzo fa parte. WeGil è sostenuto da Terna e Bridgestone.

Il WeGil rappresenta oggi uno spazio polivalente e creativo, un punto di riferimento per la città, aperto e inclusivo, nonché crocevia per le eccellenze del territorio. Una vocazione che si amplifica di pari passo con l’estensione della sua superfice ospitando, con l’inaugurazione dei nuovi piani, tre poli d’eccellenza della formazione.


LA SCUOLA D’ARTE CINEMATOGRAFICA GIAN MARIA
 VOLONTÉ

Pubblica e gratuita, la Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté è il centro di alta formazione professionale della Regione Lazio dedicato alle principali professioni del cinema. Il percorso formativo, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo e gestito da LAZIOcrea S.p.A., ha l’obiettivo di offrire a chi ha talento e passione una concreta possibilità di inserimento nell’industria cine-audiovisiva.

Alla sede storica della scuola, in Via Greve 61 nel quartiere Magliana, si affiancheranno i nuovi spazi inaugurati al WeGil che ospiteranno, su circa 500mq disposti su due piani, attività formative e laboratoriali nelle 7 sale di montaggio audiovisivo e nelle 2 aule per i corsi di VFX Design e Organizzazione della Produzione che possono trasformarsi all’occorrenza in aule interdisciplinari; vi sarà, inoltre, uno spazio destinato a ufficio di produzione e di servizi per le attività realizzative della Scuola; infine, una biblioteca/sala studio, utile anche per riunioni e incontri, che ospiterà tra l’altro il lascito librario della sceneggiatrice Suso Cecchi D’Amico. Nel 2021, con la realizzazione dei lavori per i nuovi spazi del corpo B del WeGil, sarà disponibile anche un’ampia aula magna/sala cinema destinata alle proiezioni, alle attività seminariali e agli incontri con grandi personalità del cinema e della cultura.

La scuola è stata fondata nel 2011 con il contributo di un gruppo di cineasti, tra cui Valerio Mastandrea, presidente del Comitato Tecnico Scientifico, Daniele Vicari, direttore artistico della Volonté e gli attuali componenti del Coordinamento artistico e didattico. Punto d’incontro tra sperimentazioni multidisciplinari, sostenuta da grandi protagonisti della cultura italiana tra cui Ettore Scola, dalla sua fondazione la Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté promuove iniziative pubbliche in partenariato con altre istituzioni, in particolare sul linguaggio audiovisivo e sui mestieri del cinema.

Coordinatori e docenti delle attività didattiche della Volonté sono importanti professionisti del cinema italiano contemporaneo. La Scuola offre un percorso formativo di durata triennale, per 2.100 ore complessive, articolato in undici indirizzi professionaliRegia; Organizzazione della produzione; Sceneggiatura; Recitazione; Direzione della fotografia; Scenografia; Costume cinematografico; Ripresa del suono; Montaggio del suono; Montaggio della scena; VFX Design. Vi si accede attraverso un bando pubblico rivolto a giovani di età compresa tra 18 e 28 anni, in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado e iscritti ai Centri per l’impiego. Gli allievi, impegnati anche in attività di tirocinio curriculare presso le più importanti aziende della filiera del cinema e dell’audiovisivo, al termine del percorso conseguono un Attestato di qualifica professionale corrispondente all’area tecnico-artistica frequentata.

Gli ambienti e le aule del WeGil assegnate alla Scuola potranno essere messi a disposizione anche per altre attività formative regionali, compatibilmente con il calendario didattico della Volonté.

 

CAMPUS – LO SPAZIO DI FORMAZIONE DELLA REGIONE LAZIO

L’intero III piano del WeGil ospiterà CAMPUS, lo spazio di formazione regionale. La Regione Lazio ha da sempre come obiettivo la crescita personale e professionale dei propri dipendenti. L’accrescimento e l’acquisizione di nuove competenze, abilità e conoscenze sono fondamentali e per questo la Regione investe sulla formazione continua e permanente, da un lato, per migliorare le prestazioni e incrementare l’operatività e, dall’altro, per offrire occasioni di crescita professionale per ogni singolo lavoratore.

CAMPUS dispone di 3 aule didattiche ciascuna con 24 postazioni (di cui 2 dotate di parete scorrevole che permette di dividere gli spazi in 4 aule da 12 posti) che accoglieranno diverse tipologie di percorsi formativi: corsi di aggiornamento, moduli specialistici, corsi per neoassunti ma anche per lo sviluppo di competenze manageriali, tematiche sulle quali la Regione Lazio sta focalizzando in particolare l’attenzione da alcuni anni.

Gli spazi consentiranno anche di organizzare workshop e seminari, di testare nuove metodologie didattiche, di facilitare l’incontro con le altre Pubbliche Amministrazioni, di favorire il confronto e la collaborazione con realtà regionali e nazionali.

 

WEGIL FOOD LAB – ACCADEMIA DEL CIBO ARSIAL

Il WeGil accoglie durante l’anno diversi eventi volti alla valorizzazione della cultura enogastronomica del territorio laziale. Proseguendo su questa scia, con la volontà di chiudere la filiera legata all’Economia della Bellezza per la promozione delle eccellenze agroalimentari del Lazio, nell’hub culturale di Trastevere sorgerà il WeGil Food Lab – Accademia del Cibo ARSIAL.

A oggi, non esiste un percorso di formazione post diploma per figure specializzate nel settore enogastronomico che sia pubblico e accessibile. Grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo, orientato alla promozione delle attività volte a incrementare il lavoro giovanile, ARSIAL porta al WeGil la prima realtà italiana di formazione pubblica di alte professionalità per il settore enogastronomico con docenti di altissimo livello e grande prestigio, tra cui gli chef stellati del Lazio. Tra le figure coinvolte, anche divulgatorigiornalisti ed esperti del mondo del Food.

L’obiettivo è quello di formare giovani professionisti di talento, permettendo anche a chi proviene da particolari situazioni di svantaggio economico di poter accedere a una formazione di alto livello e fortemente professionalizzante. I corsi, infatti, saranno completamente gratuiti e i 12 posti disponibili verranno assegnati attraverso criteri meritocratici e reddituali. Il percorso mira a facilitare l’accesso nel mondo del lavoro alle nuove professionalità formate nella scuola.

L’Accademia verrà ospitata al IV piano del WeGil e conta un’aula didattica per la formazione di circa 30mq nonché un’aula didattico-dimostrativa di circa 75mq con 12 postazioni cucina per gli allievi e una per il docente complete di spogliatoio per gli studenti e di un magazzino per la conservazione di alimenti e stoviglie.

Dopo una prima fase di avvio, il WeGil Food Lab punta a istituire un vero e proprio marchio dell’Accademia da collocare, secondo caratteristiche e livelli di qualità prestabiliti, in ristoranti e alberghi con un doppio obiettivocostruire una rete che faciliti l’accesso nel mondo del lavoro alle nuove professionalità formate nella scuola e riconoscere agli esercizi aderenti uno standard di eccellenza. Uno strumento in più per allargare il sistema di promozione, diffusione e difesa dei prodotti del territorio.

 

COMUNICATO STAMPA

CULTURA, LAZIO; DALLA REGIONE 1,2 MILIONI CON DUE NUOVI BANDI A SOSTEGNO DELL’ARTE CONTEMPORANEA E DELLA STREET ART 

Sono stati presentati oggi, al WeGil di Roma, due nuovi Avvisi pubblici della Regione Lazio dedicati al mondo dell’arte che verranno pubblicati la prossima settimana: il primo, con una dotazione di 1 milione di euro, destinato alla realizzazione di opere d’arte contemporanea per mano di giovani creativi under 35 del Lazio; il secondo, da 200 mila euro totalmente a fondo perduto, per la realizzazione di opere di Street Art.

“Prosegue il lavoro della Regione per il rilancio di tutto il settore cultura del Lazio. Vogliamo dare il nostro contributo per sostenere tutte le espressioni artistiche e portare in ogni angolo del territorio tante piccole e grandi testimonianze di bellezza. L’arte è il motore dello spirito e proprio per questo ritengo sia fondamentale sostenere gli artisti del Lazio, in particolare i più giovani. Il nostro bellissimo territorio può diventare ancora più bello attraverso gli occhi di chi di arte vive e si nutre ogni giorno e per questo, come Regione, stiamo investendo importanti risorse per favorire la ripartenza di tutto il comparto culturale” così ha dichiarato il Capo di Gabinetto della Regione Lazio Albino Ruberti nel corso della presentazione di questa mattina.

“La Regione Lazio è sempre più vicina e sensibile alla cultura anche come strumento di rigenerazione urbana. Con questo bando da 200.000 euro sulla street art, che deriva da un mio emendamento all’ultima legge regionale di bilancio, si aiutano le amministrazioni locali a sostenere in maniera concreta percorsi di riqualificazione di aree marginali o periferiche e di valorizzazione della creatività contemporanea che incarna in molte città un attrattore di energie ed anche di flussi turistici” ha aggiunto la Consigliera regionale e vicepresidente Commissione Cultura, Marta Leonori.

Con l’Avviso pubblico “Lazio Contemporaneo” la Regione sostiene, con una dotazione finanziaria complessiva di 1 milione di euro di cui 400 mila riservati a progetti da realizzarsi al di fuori del territorio di Roma Capitale, la realizzazione di opere d’arte contemporanea di giovani artisti e creativi del Lazio. Scultura, pittura, disegno, fotografia o architettura anche contaminati dalla musica, dalla danza, dalla poesia o dal cinema, realizzati tramite l’utilizzo di tecnologie multimediali e digitali (video arte, arte digitale, video mapping, etc.), ma anche installazioni e allestimenti site specific: tutti i linguaggi sono ammessi (ad eccezione della street art a cui è dedicato il secondo avviso pubblico). 

L’Avviso è rivolto ai creativi residenti o che studino nel Lazio che non abbiano ancora compiuto il 35esimo anno di età ma anche a enti privati che abbiano personalità giuridica, comprese le imprese. La Regione ha scelto la sostenibilità, l’identità dei luoghi e delle comunità e l’integrazione e valorizzazione delle diversità contro ogni disuguaglianza come tematiche con le quali gli artisti sono chiamati a misurarsi per la realizzazione delle loro opere che dovranno essere a disposizione del pubblico entro il mese di giugno 2021. 

Ciascun progetto potrà essere finanziato per un massimo di 50 mila euro con un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammesse. Le richieste potranno essere presentate entro il 10 settembre 2020 accedendo alla piattaforma GeCoWEB disponibile sul sito www.lazioinnova.it.  

Per informazioni, è possibile inviare una mail a infobandi@lazioinnova.it. 

Con il secondo Avviso, la Regione Lazio, con uno stanziamento totale di 200 mila euro, promuove e sostiene, tramite la concessione di contributi alle amministrazioni pubbliche, la Street Art quale forma di arte urbana in grado di contribuire, per la sua forte capacità comunicativa e di impatto sul territorio, a rigenerare, riqualificare e valorizzare in chiave culturale luoghi e beni delle città. L’Avviso è rivolto ai comuni del Lazio, a Roma Capitale e alle sue articolazioni territoriali – Municipi. Ciascuno dei soggetti sopraelencati potrà presentare una sola istanza di contributo, in forma singola o associata.

I Comuni potranno associarsi tra di loro solo nell’ambito della stessa Provincia di appartenenza o della Città metropolitana di Roma Capitale; le articolazioni territoriali – Municipi di Roma Capitale potranno associarsi solo all’interno del Comune stesso.

Le risorse saranno così ripartite: 25 mila euro per ciascuna Provincia del Lazio e per la Città metropolitana di Roma Capitale, per complessivi 125 mila euro, e 75 mila euro complessivi per Roma Capitale e le articolazioni territoriali – Municipi. Potranno essere presentati progetti per un massimo di 25 mila euro che verranno concessi totalmente a fondo perduto per sostenere le spese di realizzazione dell’opera, i lavori di preparazione, l’acquisto o il noleggio di materiali, il compenso dell’artista e dell’eventuale curatore ma anche comunicazione e animazione territoriale (entro il 15% del budget complessivo), assicurazioni per infortuni e l’IVA, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente. Le opere di street art ammesse a progetto, murales, mosaici o installazioni, dovranno ispirarsi a precise tematiche: l’identità del luogo in cui si colloca; l’integrazione e il rispetto delle differenze; l’ambiente, la natura e la sostenibilità; il patrimonio storico e artistico del territorio. Le domande potranno essere inoltrare entro il 10 settembre 2020 mediante PEC all’indirizzo streetart@regione.lazio.legalmail.it.

Per maggiori dettagli consultare il link www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/ 

2 luglio 2020

Scheda Lazio Contemporaneo

Scheda Lazio Street Art

 

 

Previous post

HERVÉ CONSTANT, PASSAGES, ZONE/PELOUSE INTERDITE - MILANO

Next post

LE MUSE INQUITE. THE DISQUIETED MUSES. LA BIENNALE DI VENEZIA DI FRONTE ALLA STORIA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.