EventsMILAN

PIXAR: 25 YEARS OF ANIMATION – PAC | MILAN

Lou Romano Color script GLI INCREDIBILI (2004) Dipinto digitale
Lou Romano Color script GLI INCREDIBILI (2004)

After the MOMA in New York and an international tour, from Australia to the Far East, the exhibition finally arrives in Europe.

ABOUT PIXAR
Pixar Animation Studios combines creative and technical artistry to create original stories in the medium of computer animation. Pixar has created six of the most successful and beloved films of all time: Toy Story, A Bug’s Life, Toy Story 2, Monsters, Inc., Finding Nemo, and The Incredibles.
Pixar has won 18 Academy Awards. The Northern California studio will release its next film, Cars, on June 9, 2006.
www.pixar.com

Lou Romano Color script GLI INCREDIBILI (2004) Dipinto digitale
Lou Romano Color script GLI INCREDIBILI (2004) Dipinto digitale

25 ANNI DI ANIMAZIONE PIXAR
È difficile immaginare che alla Pixar gli artisti che utilizzano i mezzi tradizionali – disegni a mano, dipinti, pastelli, scultura – sono in numero quasi pari a quello degli artisti che impiegano i mezzi digitali. La maggior parte del loro lavoro avviene durante lo sviluppo di un progetto, quando si lavora sulla trama e sull’aspetto del film. Lo spettacolare patrimonio artistico creato per ciascun film viene raramente visto al di fuori dello studio, ma il film finito che inviamo in tutto il mondo non sarebbe possibile senza di esso.
L’animazione computerizzata è un mezzo straordinariamente liberatorio ma anche irto di difficoltà. Gli unici limiti sono quelli imposti dalla propria fantasia, ma è anche vero che non c’è niente, neanche il dettaglio più minuscolo, che non sia creato da noi. Non c’è niente di gratuito.
Col computer nulla è affidato al caso; gli obiettivi si raggiungono solo con un duro lavoro. Perciò la fase dello sviluppo, cioè il periodo prima della costruzione del mondo digitale, è il momento in cui godiamo della maggior libertà. Incoraggiamo i nostri artisti a esplorare il più possibile, e a lasciar correre liberamente la propria fantasia.
E la loro arte ispira a sua volta i nostri narratori e i nostri registi. Nei primi tempi dell’animazione computerizzata, ci chiedevano spesso se fosse il computer a creare il film. Per fortuna, abbiamo fatto molti passi avanti da allora; e il valore d’arte del nostro lavoro è stato riconosciuto. Dopo la première al Museum of Modern Art (MoMA) di New York di Pixar: 20 anni di animazione, la mostra ha percorso il mondo in lungo e in largo. È stato stupendo portare il nostro lavoro in tanti paesi diversi e vedere con quale calore sono state accolte le creazioni dei nostri straordinari artisti.
Per festeggiare i 25 anni della Pixar, abbiamo aggiornato la mostra includendo i film più recenti, insieme a nuove selezioni dagli archivi. In questi lavori creatività e talento dischiudono e animano i mondi delle nostre storie dando forma alle visioni che sono alla base dei nostri film. Siamo molto fieri dei tanti artisti di talento dello studio ed è con grande entusiasmo che presentiamo il loro lavoro nella mostra Pixar: 25 anni di animazione.
John Lasseter

Chief Creative Officer, Walt Disney and Pixar Animation Studios
Principal Creative Advisor, Walt Disney Imagineering
Ed Catmull
Presidente, Walt Disney e Pixar Animation Studios

Lou Romano Color script GLI INCREDIBILI (2004) Dipinto digitale
Lou Romano Color script GLI INCREDIBILI (2004) Dipinto digitale

PIXAR
25 anni di animazione
PAC Padiglione d’Arte Contemporanea
23 novembre 2011 – 14 febbraio 2012

Un emozionante percorso che presenta al pubblico – per la prima volta in Europa – l’arte e la creatività dei più grandi artisti dell’animazione mondiale
L’arte sfida la tecnologia e la tecnologia ispira l’arte” J. Lasseter

Il Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano presenta la mostra PIXAR – 25 anni di animazione, curata da Elyse Klaidman e in Italia da Maria Grazia Mattei, promossa dal Comune di Milano – Cultura, Expo, Moda, Design e prodotta dal PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e da Mattei Digital Communication/ Meet The Media Guru con il sostegno di Cariparma – Crédit Agricole, in programma dal 23 novembre 2011 al 14 febbraio 2012.

Dopo il MOMA a New York e un tour internazionale, dall’Australia all’Estremo Oriente, la mostra arriva finalmente in Europa e in anteprima a Milano.
Un percorso costruito con oltre 700 opere, un viaggio attraverso la creatività e la cultura digitale come linguaggio innovativo applicato all’animazione e al cinema: dal primo lungometraggio dedicato a Luxo Jr. (1986) ai grandi capolavori come Monster & Co (2001), Toy Story (1, 2 e 3), Ratatouille (2007), WALL·E (2008), Up (2009) sino a Cars 2 (2011) e con un’anticipazione di Brave, in uscita nel 2012.

«Molti non sanno che la maggior parte degli artisti che lavorano in Pixar utilizzano i mezzi propri dell’Arte – il disegno, i colori a tempera, i pastelli e le tecniche di scultura – come quelli dei digital media. La maggior parte delle loro opere» – scrive John Lasseter, chief creative officer di Walt Disney and Pixar Animation Studio e fondatore di Pixar (insieme a Steve Jobs) che sarà a Milano il 21 novembre per un evento pubblico – «prendono vita durante lo sviluppo di un progetto, mentre stiamo costruendo una storia o semplicemente mentre guardiamo un film. La ricchezza del patrimonio artistico che viene plasmato per ogni film raramente esce dai nostri studi, ma il prodotto finale – il lungometraggio – che raggiunge ogni parte del mondo, non sarebbe possibile senza questa fase artistica e creativa».

Maria Grazia Mattei, curatrice della mostra ed esperta di cultura digitale, racconta con soddisfazione: «Conosco John Lasseter da vent’anni e condivido da allora la sua visone del mondo e della creatività digitale. Sono felice che arrivi in Italia, di persona, ad inaugurare la mostra della “sua” Pixar. E Milano è la realtà più pronta ad accogliere innovazione».

La mostra, realizzata in collaborazione con The Walt Disney Company Italia, presenta finalmente al grande pubblico la fase creativa e nascosta dei maestri dell’animazione mondiale in quattro sezioni – Personaggi, Storie, Mondi e Digital Convergence – e due speciali installazioni l’Artscape e lo Zoetrope, che utilizzano la tecnologia digitale per far rivivere le opere esposte nel percorso espositivo, progettato da Fabio Fornasari, e ricreare l’emozione dell’animazione.

L’attività espositiva annuale del PAC è realizzata grazie al sostegno di TOD’S.

Download:

Position the cursor on the images to view captions, click on images to enlarge them. 

Posizionare il cursore sulle immagini per leggere le didascalie; cliccare sulle immagini per ingrandirle.


 

Previous post

BUILDING WITH TIMBER - PATHS INTO THE FUTURE - ARCHITEKTURMUSEUM DER TU MUNCHEN

Next post

DE KOONING. A RETROSPECTIVE - MoMA | NY

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *