EventsPhotographyROMEStudio.ravideo film & live performances

JILL ROCK @ STUDIO.RA – PSYCHOGEOGRAPHICAL WANDERINGS IN THE CAFFARELLA – ROME

Jill Rock at work - studio.ra, July, 2012
Jill Rock at work – studio.ra, July, 2012

JILL ROCK @ STUDIO.RA
PSYCHOGEOGRAPHICAL WANDERINGS IN THE CAFFARELLA – ROME
organized by studio.ra in collaboration with Ente Parco Regionale Appia Antica
from 7 May to 2 June 2013
Studio.ra  – contemporary art
Via Bartolomeo Platina 1/F, 00179 Roma (Italy)
www.studiora.eu  info@studiora.eu  + 39 06 43417800 | +39 349 1597571

London-based sculptress Jill Rock will be working with studio.ra from 7th May until 2nd June 2013. Her project, under the title: The Psychogeography of the Caffarella, will take as its starting point The Caffarella Valley and will head towards a show to be held at studio.ra of works that have emerged during the month of May from wanderings in the heart of the Regional Park of Appia Antica.

Jill’s sensitivity to and respect for our ecological habitat results in works of organic art that use unrefined materials and techniques, incorporating found objects that have been discarded in a natural cycle of the local flora – works that will express this ancient volcanic landscape, smoothed over centuries by the Almone river, once sacred to the Romans.

In Jill’s words: “As yet it is not known what will transpire, but I was inspired by the Caffarella last year when I joined Reynolds for her PUKI exhibition at studio.ra and am now in a state of high excitement mixed with some trepidation at the prospect of working there. Background readings have led me into the wonderful world of the pre-Socratic philosophies, the ancient myths surrounding Lake Nemo and the Nyphaeum in the Caffarella mixed with my fascination for modern city park lands.
Very many thanks to Raffaella Losapio for offering me this wonderful opportunity to work at studio.ra in the way that I like best: in the place and in an improvisational way.
I would like to extend an invitation to artists to join me in the gallery for music, performance, dialogue and enjoyment during the month of May.”

Art historian Vittoria Biasi writes: “Locations border on the invisible: the sonority of a place speaks to our souls, opening up opportunities for encounters between our sense of time and our awareness of space. Successive intimations amplify that which went before; get translated into the languages of poetry or of physical form. Literature, visual art and music have long celebrated the power of spaces in which human labour has challenged the hand of nature in an aesthetic duel. Our relationship with the landscape dictates the siting and the styles of our architectures; when landscape and nature enter pictorial representation, they create a philosophy. Land Art has accompanied revolutionary movements that sought a space for art outside our sedimented systems, outside our museums. Let the poetry of waste places activate the emotional dimension of our art! Parks, woodlands, historical locations are innervated by atmospheres that await translation.
This is the kind of awareness Jill Rock will bring to her time in the Caffarella Valley: a place she has already begun to know, which she will analyse through its emotional imprint and the symbols it offers. Part of the finished project will be a relationship achieved with a natural, historical location.
Having refined the methodology of the daily ‘promenade’, there remains the ideological problem of rediscovering and interpreting the value of the place using a poetics the artist has established through her experience of encounters with place in many parts of the world.

Studio.ra
will provide a port of reference and the venue where works born of these specific encounters will go on show.

Listening to the space and discerning a language that will translate both what the space denotes historically and what it connotes emotionally to our affective intelligence: this is the core principle for creating a work that takes hold in the memory”.

.-.-.

Open to all comers, Jill Rock will meet and dialogue about these artistic experiences with any artists wishing to make their own contribution. The project will be followed by a round-table conference on this evolving format for creative stimulus, with its capability to integrate art, ecology, history, science, poetry and mystery in original and innovative ways, and to catalyse an emotion of place.

Studio.ra is located in via Bartolomeo Platina 1F – 00179 RomeItaly
adjoining the Regional Park of Appia Antica. The studio is midway between the Via Macedonia and the Via della Caffarelletta (Via Carlo de Bildt) entrances to the Park. It is a suburban area, not far from the historic centre, in Rome’s Municipal District IX, also known as the Appio Latino/San Giovanni area.
How to get there: www.studiora.eu/info/
Gallery opening times: 3:30 – 7.30pm – Saturday, open throughout the day

Any artists who have an interest in participating:
Facebook events: https://www.facebook.com/events/626735544006559/?context=create

Rounding off the Project

Saturday 25 May and Sunday 26 May
Saturday 1 June and Sunday 2 June 2013
from 10 am to 6 pm
at site of the Casale dell’Ex Mulino (Old Mill Barn) in the Sepolcro Annia Regilla (Annia Regilla Cenotaph), (also called the Temple of the Dio Redicolo or god of returning Romans), in the Caffarella Park, which is part of the Appia Antica Regional Park

• Jill Rock presents a work especially created for the Casale Ex Mulino with fallen branches from the tree which formed the centre-piece of the ‘Puki Performance’ by Reynolds in July 2012
• three videos will be screened: Arco nel sole (2010) by Raffaella Losapio and two of performances in the Caffarella Valley (Rainbow in July 2012), and at the Nympheum of Egeria (Puki in August 2008) by US performance artist Reynolds
• an exhibition of photographs: ‘Boughs, Trunks and Trees in the Roman Countryside‘ (photographs from the 196os and 1970s) by photographer Giuseppe Ottai (born Vienna 1911 – died Rome, December 1995)
• on Thurday and Friday 30th and 31st May, Jo Roberts, artist, painter and lead singer-songwriter with the Rude Mechanicals, will be performing at studio.ra
• on Saturday and Sunday 1st and 2nd June, Nicky Heinen, flautist and animation film-maker, will be playing the Pipes of Pan at the Casale dell’Ex Mulino.
http://www.urbanexperience.it/eventi/walk-show-di-psicogeografia-urbana-dal-cinema-airone-di-libera-al-tempio-di-dio-rediculo-ascoltando-la-danza-delle-api/

Profile
Jill Rock studied Art and Education, gaining BA Hons in London.
Jill’s raw materials are objects found and reflections manifested as she works in a place. She has worked and shown her work in many places: in her home town of London, currently at Kurt Schwitter’s Merzbarn in the Lake District in north-west England, in Turin, Milan, Perugia, Naples and Sardinia (Italy), in Sao Paolo, Florianapolis (Brazil), Santiago, Chile in South America, Berlin (Germany), Texas, New York (U.S.A.), Spain and Ghana (West Africa).
She has taken part in performances in London, Beirut, Valparaiso, Easter Island, Sydney and Paris.
She has curated exhibitions and this year co-organised with Graham Mackeaghan the DRonUlTiMaRaTiO Festival of Improvised Sound works at The Hundred Years Gallery in London.
Jill Rock met Raffaella Losapio through the London Biennale (Director: David Medalla).


A Valley into Antiquity

The Caffarella Valley is located near the Aurelian Walls and between two ancient Roman roads: Via Appia and Via Latina, both leading to southern Italy. The valley features significantly both in the history and in the myths and legends of ancient Rome: along the river Almone, an affluent of the Tiber, rites connected with the mysteries of the Mother Goddess Cybeles were held at the Ides of March: a sacred wood, whose traces can still be seen, has been preserved here since the city’s founding period. Legend has it that in a secluded nymphaeum on this site, Numa Pompilio, successor to Romulus and reputed founder of the institutions of the Roman Republic, held trysts with his lover and wise counsellor, the water nymph Egeria.

Jill Rock in Caffarella Valley - studio.ra, July, 2012
Jill Rock in Caffarella Valley – studio.ra, July, 2012

in italiano

JILL ROCK @ STUDIO.RA
PSYCHOGEOGRAPHICAL WANDERINGS IN THE CAFFARELLA – ROME
organizzata da studio.ra in collaborazione con l’Ente Regionale Appia Antica
dal 7 Maggio al 2 giugno 2013
Studio.ra  – contemporary art
Via Bartolomeo Platina 1/F, 00179 Roma (Italy)
www.studiora.eu  info@studiora.eu  + 39 06 43417800 | +39 349 1597571
.

La scultrice londinese Jill Rock lavorerà presso studio.ra dal 7 maggio fino al 2 giugno 2013 per sviluppare il progetto The Psychogeography of the Caffarella. 
Il suo percorso partirà dalla Valle della Caffarella e si concluderà a studio.ra con una mostra di opere realizzate durante il mese di maggio nel corso delle sue lunghe camminate nel cuore del Parco Regionale dell’Appia Antica.

Con delicatezza e massimo rispetto per l’ecosistema, Jill proporrà opere d’arte biologiche utilizzando tecniche e materiali grezzi organici scartati o rifiutati naturalmente dalla vegetazione, dall’antico terreno di origine vulcanica e dalle acque del fiume sacro Almone.

Jill Rock
ha dichiarato: 
“Non si sa ancora di preciso che cosa accadrà, ma sono stata ispirata della Caffarella l’anno scorso quando ho partecipato alla mostra PUKI di Reynolds presso studio.ra. Ora sono molto entusiasta e non vedo l’ora di venire – ho anche un po’ di trepidazione per la prospettiva di operare nel Parco Archeologico dell’Appia Antica, all’interno della città eterna.
Approfondite letture mi hanno guidato nel meraviglioso mondo delle filosofie pre-socratiche, con gli antichi miti ambientati presso il lago di Nemi e il Ninfeo Egeria, unitamente al grande interesse per il fascino dei grandi parchi inseriti nelle città moderne.
Ringrazio molto Raffaella Losapio per avermi offerto la meravigliosa opportunità di lavorare liberamente, per creare sculture ed improvvisazioni presso studio.ra.
In questo periodo desidero invitare in galleria altri artisti e tutti gli interessati per confrontare, dialogare, condividere arte, musica, scienza e poesia.
.
La storica dell’arte Vittoria Biasi scrive:
 “Il circostante con l’invisibile e le sonorità dei luoghi agiscono gli animi, divenendo occasione per incontri tra le sensazioni del tempo e dello spazio. Le suggestioni si amplificano, si traducono in linguaggi poetici o plastici. La letteratura, l’arte visiva e musicale hanno sempre esaltato il potere dello spazio in cui la mano dell’uomo o della natura si sfidano esteticamente. Il rapporto con il paesaggio determina il sito e lo stile architettonico, il paesaggio e la natura entrano nella pittura costruendo una filosofia. La Land Art ha accompagnato i movimenti rivoluzionari che proponevano l’arte oltre i sistemi consolidati e fuori dai musei. La poesia degli spazi deserti lavora sulla dimensione emozionale dell’arte! I parchi, i boschi, i luoghi storici sono intessuti di un’atmosfera da tradurre in opera.

Con questa disposizione Jill Rock trascorrerà un periodo nel Parco della Caffarella, luogo a lei caro, per analizzare, esaminare le emozioni, le simbologie del luogo. Il rapporto con lo spazio naturale di una storia è parte del progetto da elaborare.
Chiarita la metodologia della ‘promenade’ ripetuta giornalmente vi è il problema ideologico di ritrovare e tradurre il valore del luogo, secondo una poetica che l’artista Jill Rock ha costruito con l’esperienza del confronto in molte parti di mondo.

Studio.ra
è il luogo di riferimento e di esposizione delle opere nate dal particolare incontro: ascoltare lo spazio, trovare il linguaggio che lo traduce e che corrisponde all’intuizione emotiva. È questo il principio essenziale per elaborare delle opere che entrano nella memoria.”

.-.-.

Questa esperienza artistica di Jill Rock, aperta a tutti, incontra e si confronta con gli artisti che desiderano intervenire. 
Seguirà una conferenza-dibattito su questa nuova opportunità di stimoli creativi e di grande impatto emotivo per la sua capacità di integrare arte, ecologia, storia, scienza, poesia e mistero in modo originale ed innovativo.

Studio.ra si trova in via Bartolomeo Platina 1F – 00179 RomaItaly

adiacente al Parco Regionale dell’Appia Antica, fra i due ingressi di Via Macedonia e di Via della Caffarelletta (Via Carlo de Bildt), non lontano dal centro storico, nel Municipio IX, zona di Appio Latino/San Giovanni.
Per arrivare: www.studiora.eu/info/
Orari della galleria: 15,30 – 19.30 – sabato: orario continuato

Per persone od artisti interessati ad aderire all’evento:
Facebook events: https://www.facebook.com/events/626735544006559/?context=create
Gli adulti e bambini che desiderano collaborare al laboratorio gratuito in lingua inglese, tenuto da Jill Rock presso studio.ra, sono invitati a chiamare il n° telefonico 3491597571 oppure ad inviare una mail info@studiora.eu

Programma conclusivo della manifestazione

Sabato 25 e domenica 26 maggio
sabato 1 e domenica 2 giugno 2013
dalle ore 10 alle 18
presso il Casale dell’Ex MulinoSepolcro Annia Regilla (Tempio Dio Redicolo) nel Parco della Caffarella all’interno del Parco Regionale dell’Appia Antica

  • Jill Rock presenterà per l’Ex Mulino un’opera creata con alcuni rami caduti dall’albero che fu punto centrale della performance ‘Puki’ dell’artista americana Reynolds, nel luglio 2012
  • saranno proiettati tre video d’arte: Arco nel Sole (2010) di Raffaella Losapio e due di performances di Reynolds realizzate nella Valle della Caffarella (Rainbow, luglio 2012), e al Ninfeo di Egeria (Puki, agosto 2008)
  • verrà allestita la mostra fotografica ‘Tronchi ed alberi della Campagna Romana‘ (anni ‘6o-’70) di Giuseppe Ottai  (Vienna 1911 – Roma, Dicembre 1995)
  • laboratorio di pittura per bambini a cura di Studio Archetipo di Konstantin Brandenburg e Elisabetta Frantellizzi
  • sabato 25 maggio, alle ore 17,30, Poetica D’Annunzio e D’Artisti (Goethe, Piranesi, Stendhal) su La Caffarella di Maurizio Sinibaldi con musiche di Carlo Leoni
  • giovedì e venerdì 30 e 31 maggio, Jo Roberts, artista, pittrice e cantautrice del gruppo Rude Mechanicals, eseguirà una performance a studio.ra in via Bartolomeo Platina 1F – Roma (zona Caffarella, Appio Latino)
  • sabato e domenica 1 e 2 giugno, Nicky Heinen, flautista e creatore di film d’animazione, suonerà ‘Pipes of Pan’ al Casale dell’Ex Mulino.
  • http://www.urbanexperience.it/eventi/walk-show-di-psicogeografia-urbana-dal-cinema-airone-di-libera-al-tempio-di-dio-rediculo-ascoltando-la-danza-delle-api/

Sabato 25, ore 16, da Ex Cinema Airone, Via Lidia 44 (Appio Latino)

Cineairone
e Urban Experience invitano al Walk Show di psicogeografia urbana: dal Cinema Airone di Libera al Tempio di Dio Rediculo, ascoltando la danza delle api.

Un’occasione per fare di un’esplorazione urbana (psicogeografica, secondo l’accezione situazionista di attenzione creativa erratica) un’esperienza performativa basata sull’ascolto via radio di particolari paesaggi sonori e sulla conversazione nomade durante una passeggiata radio e web assistita.
Si partirà dall’Ex Cinema Airone, un emblematico capolavoro dell’architetto razionalista Adalberto Libera (noto anche per la Casa Malaparte a Capri), realizzato tra il 1952 ed il 1956, abbandonato ed ora oggetto di un coraggioso intervento di recupero. Si prevede di trasformarlo in uno spazio polifunzionale per cinema, teatro, performance e multimedialità. In questo luogo incredibilmente dimenticato sarà possibile ammirare gli affreschi di Giuseppe Capogrossi che adornano l’ingresso e ascoltare voci che ne descrivono l’attività di restauro.
Dal cortile del Cineairone si entrerà nel Parco dell’Appia Antica, conversando con i protagonisti di quell’avventura di recupero e ascoltando “alberi parlanti” e guardiaparco che si curano delle arnie.
In radiocuffia ascolteremo la danza delle api, quella del falcetto e quell’addome, un armonico ronzio che traccia i percorsi per il nettare migliore, esprimendo l’intelligenza organizzativa dello sciame delle api.
Si raggiungerà la Valle della Caffarella fino al Tempio di Dio Rediculo (detto anche cenotafio di Annia Regilla) dedicato al dio protettore di coloro (rediculi, dal latino “redire”: ritornare) che ritornavano a Roma dopo essere stati a lungo lontani.
Qui si concluderà la passeggiata nella mostra della scultrice londinese Jill Rock “PSYCHOGEOGRAPHICAL WANDERINGS IN THE CAFFARELLA”, un titolo emblematico, chiude il cerchio.


Breve biografia
Jill Rock ha studiato Arte ed Educazione laureandosi all’Università di Londra.
Jill crea opere e riflessioni con materiali che trova nei luoghi dove lavora. Ha lavorato ed esposto a Londra ed attualmente al Merzbaum di Kurt Schwitters nel Lake District nel nord-ovest d’Inghilterra; a Turin, Milan, Perugia, Naples e Sardinia (Italia), a Sao Paolo, Florianapolis (Brasile), Santiago e Cile (Sud America), Berlino (Germania), Texas, New York (U.S.A.), Spagna e Ghana (Africa occidentale).
Ha partecipato a spettacoli a Londra, Beirut (Libano), Isola di Pasqua, Valparaiso (Cile), Sydney (Australia) ed a Parigi (Francia). Ha curato mostre e quest’anno ha co-organizzato con Graham Mackeagham DRonUITiMaRaTiO il Festival del suono alla 100 Years Gallery di Londra.
Jill Rock ha conosciuto Raffaella Losapio al Biennale a Londra (Direttore: David Medalla).

Breve storia
Nella Valle della Caffarella si specchia la storia di Roma, della città e della cultura, delle genti che l’hanno popolata e del territorio nel quale si sono insediate. Situata a ridosso delle Mura Aureliane e compresa fra due direttrici dell’antichità, la via Latina e la via Appia, la valle fu teatro di miti e leggende forse suggeriti dai morbidi rilievi che ne fanno un confine naturale, certo dalla presenza dell’Almone, piccolo affluente del Tevere, dai romani ritenuto fiume sacro sin dai primordi.

L’acqua sarà gentilmente offerta da Egeria – Acqua Santa di Roma s.r.l.. Via dell’Almone 111, Roma – www.egeria.it

I confetti per i bambini saranno gentilmente offerti da OG creazioni di Orietta Greci Via Segesta, 14/18/20, Roma – www.ogcreazioni.com Tel. 06.789000 – info@ogcreazioni.com

Photogallery – Guarda altre immagini recenti del progetto di Jill Rock

Position the cursor on the images to view captions, click on images to enlarge them. 

Posizionare il cursore sulle immagini per leggere le didascalie; cliccare sulle immagini per ingrandirle.

Previous post

TRASPARENZALUCE - VINCENZO CECCATO - BACCINA TECHNE - ROME

Next post

PHOTOGALLERY-JILL ROCK @ STUDIO.RA ROME - PSYCHOGEOGRAPHICAL WANDERINGS IN THE CAFFARELLA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *